Breaking News: La rivoluzione (mancata) del PDL

Sono settimane che nel (mal ridotto) PDL si urla alla rivoluzione, alla novità del decennio, al cambiamento radicale come quello di inizio anni ’90. Oggi doveva essere il grande giorno e cosa è stato presentato?

Il presidenzialismo alla francese.

Che di per sé è anche un bell’argomento di discussione e saremmo tutti felici di discuterne se non fosse che il PDL ha ben altri problemi più gravi e non mi pare che questo “slogan” possa scaldare gli animi dei cittadini.
È il famoso caso della montagna che partorisce il topolino. Come molti politici hanno già commentato è un modo per sparigliare, il tempo sarebbe insufficiente e trovare un accordo senza una maggioranza solida è praticamente impossibile, è già tanto se riusciranno a fare una riforma di legge elettorale…

Alfano aveva creato un hype esagerato, si parlava di un partito vestito da movimento (che va tanto di moda) da affiancare al PDL e invece ha tirato fuori un’idea che come filosofia è proprio l’opposto: sa di politica stantia.
La nota che mette i brividi Mi riferisco al fatto che Berlusconi non abbia smentito il suo interessamento per il colle e il modello alla francese potrebbe riportarlo in auge grazie alla forza della sua immagine (i sondaggi continuano a segnalarlo come il leader di destra più apprezzato). Berlusconi al colle (soprattutto se dovesse rimanere la formula attuale) non si può vedere, ci vuole tutt’altra personalità: equilibrata, super partes, rispettosa delle istituzioni e della costituzione etc etc.
In poche parole: non lui!

Alcuni avevano preannunciato l’arrivo a capo del PDL di Montezemolo, questo avrebbe eliminato il problema del quid; invece Montezemolo lancia (finalmente) il suo movimento che si piazzerà al centro.
Ci ha provato  FLI con i voti dei delusi del centrodestra e ha toppato, ci ha provato a sinistra Rutelli ed è andata peggio, l’unico che resiste è l’UDC che però ha il 7,3% che è una buona percentuale… per essere un partito “gregario” (nel senso che è una percentuale da IdV, Lega o SeL, non da partito importante come PDL o PD).
Onestamente Montezemolo quanti voti può ricevere? Secondo me viaggerà intorno al 5%, un buon risultato, però il nuovo centro avrebbe 4 partiti che sommati non arrivano a fare il PD (e neanche l’ultimo Grillo).
Detto questo non dico che Montezemolo faccia male ad entrare, il problema non è lui, sono tutti gli altri; il centro/centrodestra si deve riformare e deve trovare un nuovo centro di gravità e nuovi volti. Vista così direi che le prossime elezioni per il centrodestra si mettono male (il centro dipende da quanto sarà paraculo con le alleanze).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...