Grillo e Berlusconi usano i mezzi stampa allo stesso modo.

In questi giorni Grillo si sta scagliando, nuovamente, sui suoi stessi attivisti (attivisti e non grillini, come vuole il vademecum). Il pomo della discordia è il solito: i rappresentanti del Movimento 5 stelle devono mostrarsi solo sul web e non attraverso medium, quali sono i giornalisti (essi siano della carta stampata o della tv).

Chi segue il movimento ovviamente elogia queste scelte e le immola a regole auree per una politica più pulita, tutti gli altri tendenzialmente non capiscono e le vedono come una restrizione alla possibilità di informazione (sia ad essere informati che ad informare).

Dove sta la verità?

Secondo il mio, sindacabilissimo, giudizio Grillo sta attuando una preciso piano di comunicazione e non vuole che un incompetente gli rovini tutto (incompetente per quanto riguarda le tecniche di comunicazione, non come persone in sè).
Inoltre Grillo usa una strategia elettorale ben precisa: in ogni regione usa parole e slogan adatti a quel territorio e che, in alcuni casi, potrebbero contraddirsi con quello che dice altrove (mi viene in mente quando in Sicilia diceva che la mafia era stata portata dagli americani). Così come altre semplici uscite potrebbero rivelarsi degli scivoloni (oltre alle varie gaffe con soggetto la mafia abbiamo l’uscita dall’euro etc), che finché vengono dette ad una piazza adorante non c’è problema, rimangono battute e si dimenticano presto nel calderone del comizio, ma se dovessero essere dette in tv (per poi essere riprese dai giornali e via dicendo) sarebbe un vero disastro. Perciò è meglio usare una strategia più ponderata, usando messaggi preparati a puntino e poi lanciati sul web (tipo i videomessaggi o i post sul blog), piuttosto che un giovincello alle prime armi e un po’ ingenuo che viene sbattuto in prima linea davanti alle telecamere (Favia ad esempio).
Nulla di male in tutto ciò, è una sorta di protezionismo che serve a garantire la vita ad un movimento nato da poco e che deve ancora rinforzarsi.

La cosa che mi lascia perplesso è il fatto che il duo Grillo-Casaleggio al posto di dire le cose come stanno (cioè che i suoi in tv non sono ancora preparati ad andarci) preferisce inveire contro l’informazione, ma allo stesso tempo (ad esempio quando deve farsi vedere che attraversa lo stretto) i giornalisti sono ben accetti; idem quando rilasciò l’intervista ad un Travaglio pungente come il Minzolini del TG1.
Molti hanno criticato il Berlusconi che non appariva mai in un confronto televisivo, che parlava solo con comunicati che passavano attraverso i telegiornali o altre trasmissioni dirette da fedelissimi (Vespa) e che allo stesso tempo criticava le reti televisive. Grillo per ora sembra usare una strategia molto simile, ma non controllando le televisioni è costretto ad usare il web, dove ha creato una selva di fedelissimi pronti a rilanciare le sue parole.

Annunci

One thought on “Grillo e Berlusconi usano i mezzi stampa allo stesso modo.

  1. Secondo me hai centrato in pieno il punto. Se ognuno va in tv, più che far vedere che fa come gli altri politici e appena può va al talk show (cosa che comunque non è necessariamente negativa), finisce che si rischia di dare delle risposte palesemente contrarie a qualsiasi logica e a fare la figura dei deficienti che si fanno mettere in bocca le parole da politici navigati e giornalisti con un esperienza decennale a far saltare fuori quello che vogliono. Poi è bello però poter dire che il comandante è brutto e cattivo, ma io sono sempre stato dell’idea che se uno ti da una possibilità, o ti aiuta ad ottenerla (come indubbiamente sta facendo il movimento 5 stelle con molti degli attivisti), non puoi andare in giro a sputargli in faccia appena puoi. Dato che nessuno obbliga nessun altro a stare in un movimento, se non sei d’accordo con chi decide prendi e te ne vai. E se, tutto sommato, minacci e minacci ma non fai nulla, è perché vuoi averla questa visibilità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...