Renzi ad Amici? Per me è sì!

Una settimana politicamente un po’ spenta, le due notizie più importanti sono state: la partecipazione di Matteo Renzi ad “Amici” e l’incontro segreto dei parlamentari pentastellati in un agriturismo alla porte di Roma.
Vorrei parlare della prima notizia che mi pare la più interessante anche perché dell’altra si sa solo che hanno mangiato paccheri con guanciale e funghi (quando si parla di notizia bomba!).

Qui potete trovare il video del suo discorso: che dire?
Da un punto di vista elettorale c’è ben poco da dire, andare in un programma non prettamente politico (lo ha fatto Berlusconi andando ai programmi della mattina di mediaset e lo ha fatto anche Monti andando ad “Uno mattina” su Rai1) è una fonte incredibile di visibilità. Solitamente i politici vanno da “Ballarò” o a “Porta a Porta”, ma chi segue i talk di questo genere sa già cosa votare e probabilmente se non lo sa ha comunque interesse per l’argomento e in qualche modo si informerà (magari vedendo altre trasmissioni e leggendo i giornali); chi guarda programmi più “leggeri” è solitamente a digiuno di politica e molto probabilmente non conosce neppure i candidati. Renzi da giovane e poco conosciuto politico (anche se oramai chi segue anche di sfuggita la politica sa chi è) ha fatto la mossa giusta, anche perché è andato a stanare un pubblico che probabilmente non vota PD, ma che se si toccano le corde giuste si può conquistare, soprattutto se il discorso è poco politicizzato . Ed è qui che si entra a parlare del messaggio mandato da Renzi. Continua a leggere

Annunci

Perché voto Renzi.

Settimana scorsa non sapevo bene chi votare, poi il giorno prima ho rimesso in ordine le idee in testa e mi sono deciso a votare per Matteo Renzi. Non che l’attuale segretario del PD sia una persona poco capace o disonesta, è solo che Renzi mi pare più netto nei suoi modi di operare. Se andiamo a vedere i punti in comune tra i due candidati sono molti e anche nel duello su Rai1 spesso i due hanno iniziato le frasi ammettendo che erano d’accordo col loro sfidante (anche se le loro idee divergevano su alcuni punti).

Ecco cosa mi ha convinto del programma del primo cittadino di Firenze: Continua a leggere

Obama vs Romney: qual è il candidato migliore? Chi vincerà?

Le elezioni americane: si vota non solo per la nazione con il prodotto interno lordo più elevato, oppure per la nazione con l’esercito più importante e meglio addestrato; si vota in primis per la nazione che si trova prima in una miriade di campi: dalla scienza allo sport e che ha creato una cultura dominante a livello globale (tv, libri, musica, cinema etc). Perché siamo europei e italiani ma anche un po’ americani e questo discorso vale per tutte le popolazioni (forse gli unici esclusi sono coloro che vivono in Korea del nord).

Bando alle ciance, ora veniamo alla parte più di “sostanza” del discorso: chi vincerà le elezioni? C’è un candidato migliore? Continua a leggere